skip to Main Content
Porro
Porro
Porro
Tipologie

Porri

Lavorazioni

Sfusi, Vaschetta flopack

Marchi

Bernardi

Periodo disponibililtà Romagna
GENFEBMARAPRMAGGIULUGAGOSETOTTNOVDIC
Periodo disponibililtà
GENFEBMARAPRMAGGIULUGAGOSETOTTNOVDIC

Bernardi è una realtà italiana di riferimento per l’acquisto all’ingrosso di ortofrutta di qualità.
Sei interessato a una fornitura di porri o altri prodotti?

I porri, “cugini” di aglio, scalogno e cipolla (vengono tutti dalla famiglia delle liliacee), sono ortaggi originari della Persia, tipici dei mesi freddi (ottobre-febbraio) anche se oggi vengono coltivati e raccolti tutto l’anno.
Il consumo del porro è in crescita, complice anche il sapore più delicato e un odore meno persistente rispetto ad aglio e cipolla. È aromatico ma dolce ed è diventato un ingrediente essenziale della cucina moderna.

Conservazione prodotto

Dopo aver tolto la parte più dura delle foglie, averlo lavato e asciugato, il porro può essere conservato in frigorifero e durare qualche giorno. Se viene tagliato, invece, andrà consumato subito. Se raccolto in autunno può essere conservato, durante l’inverno, tenendolo al riparo dal freddo in un ambiente buio e chiuso, o legato a mazzi e coperto con uno strato di sabbia sotto terra.
Se non c’è disponibilità di spazi aperti, andrà benissimo anche un contenitore chiuso e non trasparente, da tenere sul balcone di casa, in modo da evitare di esporre il porro a luce o calore.

Curiosità

Un amico per l’intestino
Il porro è noto anche perché favorisce la regolarità intestinale: il suo fusto è infatti ricco di fibre, nella parte verde (un po’ più dure) e nella parte bianca (più delicate e adatte al consumo da parte di tutti). Queste fibre favoriscono il transito intestinale in modo delicato e sono quindi indicate anche per organismi più sensibili, come quello dei bambini. Il porro si può assumere anche sotto forma di decotto: lavando e pestando nel latte 30g di radici di porro si otterrà un buon vermifugo.

Nerone il porrofago
L’imperatore romano Nerone ne andava ghiotto e li utilizzava per schiarirsi la voce: fu infatti denominato “il porrofago”.

Sagre

Non mancano gli appuntamenti enogastronomici dedicati ai porri; ve ne segnaliamo due molto grossi, entrambi in provinca di Cuneo: la Fiera del Porro di Cervere e la Fiera Napoleonica del Porro di Narzole.

Richiesta informazioni
[]
1 Step 1
Consenso privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Back To Top