skip to Main Content
Ravanello
Ravanello
Ravanello
Tipologie

Rossi

Lavorazioni

Mazzi, Bicchieri

Marchi

Bernardi

Periodo disponibililtà Romagna
GENFEBMARAPRMAGGIULUGAGOSETOTTNOVDIC
Periodo disponibililtà
GENFEBMARAPRMAGGIULUGAGOSETOTTNOVDIC

Bernardi è una realtà italiana di riferimento per l’acquisto all’ingrosso di ortofrutta di qualità.
Sei interessato a una fornitura di ravanelli o altri prodotti?

I ravanelli non sono frutti, bensì radici: sono infatti la parte commestibile di una pianta (il Raphaus Sativus, famiglia delle Brassicacee) detta brassica, ad accrescimento molto rapido: tra la semina e la raccolta possono infatti passare anche solo 4 settimane. I ravanelli possono essere di diverso colore (rosso o bianco), forma e grandezza e sono molto ricchi di sostanze nutritive: contengono vitamina B, vitamina C, potassio, fosforo, calcio e ferro. Molte le proprietà attribuite loro: favoriscono il sonno, fanno bene all’asma, inoltre aiutano la digestione, la depurazione e la diuresi.

Conservazione prodotto

I ravanelli possono essere conservati in diversi modi:

  • In frigorifero – Una volta lavato e asciugato bene, il ravanello può essere conservato in frigo, in un sacchetto di plastica sigillato, fino a 10 giorni.
  • Sott’olio – Lavati accuratamente i ravanelli, occorre eliminare le estremità e coprirli lasciandoli spurgare per qualche ora. Vanno poi risciacquati, scottati in acqua bollente e salata e, una volta raffreddati, conservati in
    barattoli sterilizzati e coperti completamente in olio. Possono essere poi conservati previa bollitura dei barattoli per poco meno di mezz’ora.
  • Sott’aceto – Dopo aver lavato e asciugato i ravanelli (si possono anche tagliare a metà quelli più grandi), riporli in un barattolo e ricoprirli con una soluzione di aceto, zucchero e sale che avrete già fatto bollire in
    precedenza. Una volta chiuso il barattolo, va fatto riposare per mezza giornata e poi conservato in frigo.
Curiosità

Come prepararli?
Apprezzato per il sapore piccantino e il retrogusto amarognolo, il ravanello conferisce un carattere particolare a moltissimi piatti. Per rendere i ravanelli più croccanti li si può mettere in acqua ghiacciata per alcune ore prima di utilizzarli, il che li rende anche più facili da tagliare. Perché siano più digeribili, è consigliabile condirli con abbondante succo di limone. Possono anche essere cotti saltandoli in padella con del burro o aggiungendoli a minestroni di verdure.

Dall’antichità ai giorni nostri
Già ai tempi degli Egizi si faceva uso del ravanello in cucina, così come ne conoscevano le virtù gli antichi Greci e Romani, che lo utilizzavano per calmare la tosse e favorire la digestione. I ravanelli sono utili per la purificazione del sangue, come disintossicanti e come calmanti per il sistema
nervoso.

Richiesta informazioni
[]
1 Step 1
Consenso privacy
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Back To Top